Compatibilità elettromagnetica: WEBINAR tecnico-pratico con STALAB

Cosa comporta l’armonizzazione della EN 60204- 1:2018?

La Norma EN 60204-1:2018 “Sicurezza del macchinario – Equipaggiamento elettrico delle macchine” sarà armonizzata alla Direttiva Bassa Tensione 2014/35/CE a partire dal 27 maggio 2021 e alla Direttiva macchine 2006/42/CE dal 2 ottobre 2021.

Questo cosa comporta? E, soprattutto, qual è la data a cui va fatto riferimento?

Per cercare di fare chiarezza e di tracciare una linea di comportamento conforme abbiamo organizzato un webinar tecnico-pratico per il 18 maggio, dalle 9.30 alle 10.30 con spazio per le domande al termine, in cui andremo ad approfondire tutti gli aspetti rilevanti.

Andiamo con ordine.

Sostanzialmente la nuova Normativa obbliga all’effettuazione dei test di compatibilità elettromagnetica che la versione IEC 60204-1:2016 rendeva non obbligatori prevedendo un approccio modulare.
I Comitati hanno previsto due date dalle quali queste verifiche, in accordo alla norma sopracitata, vengono imposte: quella del 27 maggio e quella del 2 ottobre.

Il termine del 27 maggio diventa perentorio per chi, nella Dichiarazione di Conformità, cita la Direttiva Bassa Tensione ed è proprio questo aspetto che sta generando una certa confusione. Alcune interpretazioni vedono infatti come un “errore formale” indicare in Dichiarazione la Direttiva Bassa tensione ritenendo sufficiente citare la Direttiva Macchine, che già integra la parte relativa alla BT.

Quale che sia la vostra posizione in merito, resta il fatto che dal 2 ottobre i test diventeranno obbligatori per tutti ed è bene iniziare a prepararsi.

Per offrire un’adeguata informazione e fare chiarezza sui dubbi che questa armonizzazione sta facendo sorgere, vi aspettiamo il 18 maggio, alle 9.30per analizzare i seguenti argomenti:

  • inquadramento normativo, novità introdotte dalla decisione di esecuzione (UE) 2020/480 in materia di equipaggiamenti elettrici delle macchine, linee guida;
  • norma EN 60204-1:2018, capitolo 4.4.2;
  • panoramica normative EMC serie EN 61000-6;
  • prove di compatibilità elettromagnetica e case study;
  • Q&A.

Guarda il Webinar

I punti chiave del nostro webinar gratuito e organizzato da inSafe in collaborazione con STALAB e unisce le competenze tecniche e l’esperienza di entrambe le realtà.

Inquadramento normativo, evoluzione della norma CEI EN 60204-1, panoramica normative EMC generiche EN 61000-6 e case history. Questi i punti toccati nel corso del webinar che INSAFE e STALAB hanno tenuto il 18 maggio e che ha coinvolto oltre 50 partecipanti, tra utilizzatori e fabbricanti di macchine. Una platea interessata e attenta che ha posto domande puntuali ai relatori.

Al tavolo sedevano i nostri esperti: gli ingegneri elettrici Giorgio Mattia Francesca Mercuri (INSAFE), il responsabile del laboratorio STALAB Gabriele Gatti e il responsabile commerciale STALAB Fabrizio Frisan.

Abbiamo cercato di fare chiarezza sull’armonizzazione della norma che sta creando più di qualche dubbio.
Qui riportiamo i punti salienti toccati dagli esperti e alcune delle domande poste dai partecipanti.

  • Cosa cambia dal 27 maggio?

Sostanzialmente la nuova Normativa obbliga all’effettuazione dei test di compatibilità elettromagnetica che la versione IEC 60204-1:2016 rendeva non obbligatori prevedendo un approccio modulare.

  • I test sono obbligatori o basta dimostrare di essere nei limiti tramite calcoli o metodi di buona pratica?

Purtroppo la risposta è no. L’approccio modulare/calcoli è stato abolito con l’armonizzazione della norma.

  • Un fabbricante deve effettuare i test su ciascuna delle macchine che produce o, nel caso siano simili, può raggrupparle per “famiglie”?

Il fabbricante può redigere una valutazione che motivi tecnicamente la procedura adottata per il raggruppamento in famiglie e per l’identificazione del capostipite oggetto del test. Siamo a diposizione per un supporto anche in questa fase.

  • Alle macchine non si applica anche la Norma EN 55011 (riguardante le apparecchiature industriali)?

È possibile applicare la EN 55011 nella maggior parte dei casi delle macchine industriali, dipende dalla tipologia di macchina. È sempre meglio valutare il singolo caso.

  • Se installo un’apparecchiatura WiFi (funzionale o safety) in ambiente di lavoro industriale come è possibile garantire la sicurezza per l’operatore e la funzionalità dell’apparecchio che non disturbi altri sistemi?

L’inclusione di una apparecchiatura WiFi all’interno di una macchina richiede l’applicabilità anche della direttiva RED 2014/53/UE e di una valutazione dei requisiti essenziali della stessa.

  • Cosa comporta in termini di tempo e costi eseguire una prova EMC ?

La procedura prevede l’uscita del tecnico sull’impianto o sulla macchina da analizzare. Solitamente è sufficiente una giornata per i test. Per quanto riguarda i costi, sono variabili in base al tipo di analisi da effettuare. Per ricevere un’offerta specifica per il proprio macchinario, potete contattarci.

LinkedIn
Facebook
Twitter
Indice dei contenuti
Indice dei contenuti
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE....
InSafe - Safety of Machinery - Logo
Iscriviti alla newsletter

Tutti gli aggiornamenti e le ultime novità sulla sicurezza delle macchine industriali e degli impianti

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano la Privacy policy e i Termini di servizio di Google.
InSafe - Safety of Machinery - Logo
Contattaci per maggiori informazioni

Chiamaci oppure compila il form e ti risponderemo al più presto!

Richiedi informazioni
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano la Privacy policy e i Termini di servizio di Google.